Poche semplici regole per chi non vuole spendere soldi in pubblicità

 

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo.

(Henry Ford)

Se la frase di Henry Ford era vera nel secolo scorso, oggi investire in pubblicità è davvero difficile, e questa affermazione arriva da chi, PR Italia, si occupa di pubblicità ed è consapevole che l’investimento troppo spesso si traduce in spesa e vana speranza (di ritorno dell’investimento).

Il mestiere della comunicazione, nell’età dei social network e nell’età di internet, è sempre più difficile. GDONews, attraverso PR Italia, svolge questo mestiere con metodi che escono dalla consuetudine perché l’atteggiamento con cui si svolge “il mestiere” è impostato come se fosse un manager dell’industria.
 

Primo problema

Il mercato è pieno di social media manager, giovani ragazzi capaci che sanno come fare viralizzazione. L’equivoco dell’industria nel relazionarsi con la GDO, però, è nei numeri: un’azienda propone un prodotto e non deve lanciare un messaggio per farlo condividere da centinaia di migliaia persone (consumatori), ma il messaggio deve raggiungere un centinaio di buyer ed altrettanti direttori commerciali: sono solo questi i potenziali clienti della GDO italiana.

Ciò significa che non è sufficiente che un articolo che menzioni l’azienda venga pubblicato: come un manager non si accontenta di fare un appuntamento, ma vuole la vendita. Analogamente, nel fare comunicazione, GDONews studia il comportamento dei lettori dell’articolo ed attraverso i social lo indirizza verso gli obiettivi.
 

Secondo problema

Per attuare questa strategia sono indispensabili due ingredienti. Il primo è un database di potenziali clienti (buyer) già acquisito e fidelizzato a GDONews: fidelizzati significa che hanno confidenza con GDONews, riconoscono la sua competenza e lo utilizzano come fonte di informazione costante. Il secondo è avere una piattaforma social professionale che abbia la forza di inviare il messaggio a quel ristretto numero di persone che prende le decisioni. GDONews svolge una strategia sui social, soprattutto LinkedIn, che da anni la vede leader nel settore.

Però la strategia di GDONews va oltre: non si limita a pubblicare le informazioni che l’ufficio marketing delle aziende vuole trasferire. Il risultato per GDONews è la diffusione verso i “key clients” e per raggiungere questo obiettivo il linguaggio, il contenuto della comunicazione, tutto ciò che rappresenta la relazione diretta tra prodotto e compratore sono fondamentali. Pertanto nei limiti del concesso, e nei limiti della conoscenza intrinseca del prodotto, l’attività GDONews si spinge fino all’analisi dell’offerta ed alla ricerca della giusta chiave di comunicazione verso il retailer.

Un articolo, una volta pubblicato, deve avere un ciclo di vita che sia il più lungo possibile. Non deve esistere esclusivamente nella cosiddetta “breaking news”. I social network hanno quindi questa precisa funzione: è vero che un articolo non può più essere considerato nuovo se viene seguito da ulteriori notizie che arrivano in successione, ma è vero che la riproposizione via social, con un post in accompagnamento, può dare molto vigore al messaggio per un tempo molto più lungo.
 

Terzo problema

E’ fondamentale usufruire di una piattaforma social di prim’ordine. Il profilo di GDONews su Linkedin, con oltre 21 mila followers e con crescite costanti e consistenti, garantisce una fortissima diffusione. La strategia, inoltre, prevede il rafforzamento dei messaggi tramite un ulteriore profilo, Redazione GDONews (che condivide il 53% dei followers con il precedente), oltre ai profili personali dei redattori più conosciuti dal mercato nella squadra di GDONews.

Senza tutti questi ingredienti è difficile comprendere se un investimento si può chiamare tale e non cadere in una spesa, e soprattutto è l’unico modo per rendere la frase di H. Ford ancora attuale.

Per informazioni scrivi a commerciale@gdonews.it, telefona allo 051/082.87.98 o compila il modulo per essere contattato:

Nome e Cognome

Ragione sociale

Telefono

E-mail
Messaggio
Inviando questo modulo autorizzi a registrare ed utilizzare i tuoi dati ed accetti la Privacy Policy